martedì 30 ottobre 2007

Il ponte trentenne



Cari trentenni, il vostro blog preferito e il duo dinamico di trentenni sex-symbol Pavel&Clyde se ne vanno in ferie e vi augurano un ponte ricco di incontri e simpatiche uscite tra amiche/amici.
Giusto per non lasciarci così come due fidanzati che si "prendono del tempo per riflettere", manteniamo viva la discussione e diteci cosa combinerete in questa settimana:

a) Passerete il tempo in uno di quei villaggi vacanze/spa/terme per dimenticare l'autunno e conoscere donne/uomini disponibili ad intense attività "sociali"
b) Vi rompete le p***e in famiglia tra le lasagne di mammà e la zia che vi dice quanto siete dimagriti e sciupati
c) Lavorate da casa perchè da casa si lavora meglio
d) Parteciperete a uno di quei party di Halloween per ricordarvi che siete ancora gggiovani
e) Niente di tutto questo: rifletterete su quant'è bella la vita e quanto vi è cambiata in meglio da quando conoscete Trentasenza

Aspettiamo le vostre risposte!
:)

Un bacione, Clyde & Pavel

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Invece Voi cosa fate?
Giulia

Mauro ha detto...

io lavoro a casa pensando che bel momento è questo qui e rifletto per aver conosciuto Trentasenza...io non posso, stare senza :-))

Mauro

orchideablu ha detto...

Buone ferie:-)
Beati voi che vi concedete alcuni giorni di relax.Io faccio perte di quelle che ...lavorano!!! A presto :-)

pavel ha detto...

Ciao Giulia,
il mio socio non so ma preso dal rimorso mi dirà che deve lavorare o studiare qualcosa di improbabile...poi magari si è sollazzato da qualche parte...indagherò.Per quanto mi riguarda puntatina in Puglia...
Mauro...torniamo tranquillo...non temere...
Orchidea buon lavoro e pensa che le ferie finiscono quindi chi le fa deve tornare no??? ;-)

Claudio Vaccaro ha detto...

nessun sollazzamento caro e cari, solo tanto lavoro da casa, liberi di non crederci!!! Sei tu che te ne sei andato a magnare l'impossibile in Puglia!

Anonimo ha detto...

ho un commento da fare... ma perchè questi trentenni non hanno una vita?
perchè hanno tempo di perdere tempo al computer come un adolescente in crisi? il fatto che ai giorni nostri una persona fisicamente adulta, sia ancora un bambino è un problema della società. spero vi rendiate conto che la vostra è l'età di guadagnare, avere una famiglia, educare dei figli. non potete giocare. dovete crescere... mi spiace dirlo, ma non ci riuscite. avete forse paura? la voglia di libertà e autonomia di quando avevate 20 anni si è già dileguata? siete la malattia del nostro paese