mercoledì 2 maggio 2007

Il nuovo Trentasenza

Sì, è vero. Siamo partiti col parlare delle trentenni. Ci siamo fatti amici. Ci siamo fatti pure nemici (più che altro nemiche). Ci siamo divertiti. Ma ora non ci basta più. Vogliamo estendere lo sguardo: perché (s)parlare del 50% della popolazione quando possiamo sparare a zero sul 100%? Suvvia, maschietti. In fondo lo sapevate che pure noi non scherziamo a paranoie e nevrosi. Ora il bersaglio è tutta la "generazione senza" (ancora grazie a MarioBiondi&Mrgarita per la felice definizione...). Siamo davvero senza identità? Senza riferimenti? Senza partner? Senza maturità? Senza direzione? Senza posto fisso? Senza cultura? Senza sostanza? Senza palle? Senza speranza? Insomma, siamo mediamente patetici o sono tutte s*******e?

5 commenti:

pavel ha detto...

Nuovi contenuti per questo magnifico blog...perchè non aggiungere smalto e sopratutto perchè non farsi altri nemici???
Ma il mio socio è così,non sente ragioni e rappresentando il 50% del blog non posso fare altro che assecondarlo...
Allora maschietti trentenni cosa aspettate,cominciate ad argomentare,dateci materiale utile su cui lavorare...magari così facendo le amiche trentenni saranno ancora più invogliate a renderci partecipi dei loro misteriosi meandri...
Anche questa volta zaino in spalla e si parte...

p.s.
con le fanciulle comunque io mi divertivo di più...sarà...

Aram ha detto...

La seconda che hai detto! Oh ovviamente scherzo (a parte alcuni casi eclatanti) ;)

Ester ha detto...

@pavel: a proposito del tuo PS. Non mi sembra che un argomento escluda l'altro. Giusto Claudio?

Clyde ha detto...

giusto cara....si può sparlare di tutti senza distinzione di sesso razza religione :))

Leonardo de Nardis ha detto...

30 e lode per i trentenni di oggi.
NO LIMITS.
;-)