mercoledì 26 settembre 2007

30enni qualche anno dopo...

Domenica ho incontrato Dan,
come chi è Dan?
Facciamo un salto indietro....
Viserba di Rimini,riviera adriatica...anni 80/90...le vacanze di un gruppo di allora diciasettenni circa...
Avete presente le vacanze con la V maiuscola,quelle che aspetti perchè hai la compagnia che ti aspetta...
Appuntamento al porto,unico posto con la spiaggia libera,brutto ma per noi poteva essere la spiaggia di Copacabana;c'era proprio tutto....il bar....un po' di ombra all'occorrenza...e noi.
La compagnia era formata da:
Sandro (Pavel) -il milanese
la Giò - la milanese
Daniele - il novarese
la Sonia - l'indigena
la Chiara - la bolognese
Stefano - il solbiatese
Renato - il solbiatese
Alessio - lo svizzero crucco

Questo era lo zoccolo duro al quale di stagione in stagione si aggiungevano tutta una serie di elementi più o meno destabilizzanti,nascevano storie e si disfavano le stesse nel giro di una stagione e di qualche bagno in mare.
Avete presente quelle vacanze fatte di discoteche da riviera,di confessioni, di litigi e riappacificazioni...eravamo uniti dalla frase :"ti ricordi quella volta che..."e via per lunghi ricordi o risate...
La cosa che mi faceva divertire di più e che mi faceva sentire importante era il rito delle partenze per tornare a casa...pianti a dirotto e ripromesse di lettere e telefonate.
Quelle promesse per un po' riuscimmo a mantenerle,riuscivamo a vederci due o tre volte all'anno in giro per l'Italia..ora a casa di Chiara ora da Sonia,qualche volta da Dan ecc...
Bello...bel periodo...spensierato...con i trentanni lontani,anzi guardando i trentenni di allora con sospetto e un po' di tristezza...pensavamo a quanto non si divertissero,mentre noi eravamo sempre a mille...

Ma domenica ho rivisto Dan...
Per caso passando con la mia vespa per Novara...erano circa cinque o sei anni che non ci vedavamo...pensate proprio al matrimonio di uno di noi...l'unico.
Citofono..Dan scende...quelle estati viserbesi erano ancora li,pronte per essere ricordate...facciamo qualche riflessione sulle nostre vite e ci rendiamo conto che il tempo è trascorso inesorabile e ora siamo noi quei trentenni che allora guardavamo con sospetto...
Triste vero...forse malinconico... ma estremamente vero e trentenne.Nessuno di quello zoccolo a parte uno si è sposato,una fanciulla ha avuto un bimbo ma ha una storia un po' tribulata...gli altri si prendono e si mollano,vanno in crisi e si rialzano,Dan continua a ballare con le sua scuola di hip hop e io continuo a curare i miei giardini.Il sospetto è che ognuno di noi si sia ormai organizzato la vita in modo da occuparla con mille impegni diversi...mah...
Forse il prossimo anno ci rincontreremo tutti,Dan ha intenzione di preparare un grande evento,un po' amarcord (detto in romagnolo)...vacanza a Viserba,sole al porto e chissà magari qualcuno tirerà ancora fuori la frase :"ma ti ricordi quella volta?"...e il tempo passato sarà solo un ricordo sbiadito...

4 commenti:

Jerry ha detto...

Bella Pavel,
complimenti per il blog...mi piace e soprattutto il modo di raccontare, molto simile al mio. Posso specchiarmi nei tuoi ricordi e rivivere i miei... :-)
ti aggiungo ai preferiti...meriti!
un abbraccio

pavel ha detto...

Grazie Jerry,
c'è un posto anche per te tra di noi...
a presto


pavel

Claudio Vaccaro ha detto...

ao' ce sto anch'io jerry! guarda che il mio socio poi si monta la testa :)

Anonimo ha detto...

:"ti ricordi quella volta che..." caspita questa frase è stupenda però,anche nella mia compagnia la si sente spesso!
Ciao Ale