domenica 1 luglio 2007

trentenni a stelle e strisce

Che bello chiaccherare qualche giorno con un'amichetta americana in giro per l'Europa e scoprire che i trentenni oltre oceano non sono poi così distanti da noi...
Certo forse sono un po' più biondi,alti belli e fisicati...ma anche grassi e volte un po' stupidi...ma il germe trentenne,quello no,è simile,figlio di una stessa radice...
C'è solo un piccolo particolare...il virus trentenne che alle nostre latitudini colpisce le fanciulle sembra che li colpisca i maschietti...così mi sono sentito raccontare di ragazzi con la sindrome da riproduzione,con la voglia improvvisa di matrimonio e di famiglia con un corollario di tutta una serie di paturnie più volte affrontate sul blog...
Così la mia amichetta a stelle strisce mi racconta di una serie di fidanzati con le sindromi più strane...una su tutte la sindrome di chi ha sofferto tanto,oppure la più bella,quella da crisi di identità...io non ti merito...tu sei troppo per me...io non sono abbastanza per te....
Si passa poi per il classico:" mi ami troppo....potrei farti soffrire...",ritroviamo anche dei simpatici crocerossini con missioni di cambiamento nei confronti della compagna...qualche carrierista represso e qualche esemplare di recuperante...con triste finale...non te lo do perchè soffro ancora.

Non tutti però appartengono a questo quadro...sembra che i locali puro sangue,gli yankees per capirci,siano più portati verso questo atteggiamento,mentre gli oriundi,in prevalenza latini,sappiano difendere il ruolo di maschio trentenne.

Un altra storia interessante venuta fuori dalle nostre chiaccherate e quella forse un po' trita dell'amico che si innamora della sua amica e quando lei gli mostra la sua disponibilità lui scappa e saprisce...

I fatti...

Due colleghi molto amici,si frequentano e fanno tutto praticamente insieme,lei si confida,si abbandona a lui,tanto è il mio amico del cuore...
Così l'intimità diventa sempre più stretta,si condividono storie d'amore,storie tristi,serate e cene,pranzi e uscite in compagnia.
Per lei lui è solo un amico,molto intimo ma un amico...
Per lui lei forse è qualcosa di più...e alla prima occasione fattosi coraggio glielo dimostra...
Nelle migliori delle ipotesi in situazione simile il due di picche dovrebbe essere d'obbligo...lei lo sta per estrarre quando si rende conto che potrebbe funzionare...
Che bello vero...?Due amici che si accorgono di essere innamorati...si conoscono bene...c'è complicità...tutto perfetto insomma....e invece...

Mesi e mesi di ogm nel cibo americano,galloni e galloni di coca cola e birra,ore e ore passate da Mc devono avere combinato qualche casino nel cervello del giovane collega americano che bello bello come il sole,improvvisamente si allontana e sparice,ogni rapporto senza spiegazione si interrompe....cosa sarà successo???

Dall'America un grido d'aiuto si alza disperato....ragazzi non vogliamo dare una mano anche a lei?

2 commenti:

Libero (eyeinthesky) ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

voleva solo scopare forse?
oppure lei aveva alito pesante o era decisamente frigida